Emergenza incendi, il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci: ‘richiesta stato d’emergenza da parte di Zingaretti segnale di vicinanza al territorio’

Le fiamme di domenica non hanno risparmiato Cerveteri: vasti roghi a Campo di Mare al confine con Ladispoli. Vigili del Fuoco, Protezione Civile e Polizia Locale impegnate fino a notte fonda per spegnere le fiamme
 
“Accogliamo con soddisfazione le dichiarazioni del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti con le quali nella serata di ieri ha annunciato, a seguito degli incendi che sono divampati in tutta la Regione ed in particolar modo lungo il nostro litorale, di voler richiedere lo stato di emergenza al Governo, confermando ancora una volta l’attenzione che sempre ha rivolto per il nostro territorio. Ringrazio di cuore tutti coloro che in queste ore così difficili sono intervenuti per domare gli incendi. Grazie ai Vigili del Fuoco, ai Gruppi Comunali della Protezione Civile, ai gruppi di volontariato della Protezione Civile, alle Forze dell’Ordine tutte, ai volontari e a tutti quei cittadini che hanno collaborato nelle operazioni di soccorso”.
Lo ha detto Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri, a seguito dei numerosi incendi che nella giornata di ieri, domenica 16 luglio hanno coinvolto gran parte del litorale a nord di Roma, tra cui vaste zone di Campo di Mare, e nella confinante Ladispoli la palude di Torre Flavia e il Bosco di Palo.
Per quanto riguarda il territorio comunale di Cerveteri, le fiamme hanno coinvolto l’area al confine tra Campo di Mare e Ladispoli, tra le zone di Via degli Eucalipti e Via del Bagolaro, con i mezzi di soccorso coordinati dal Comandante della Polizia Locale Marco Scarpellini che sono stati impegnati fino a notte fonda.
“Questa prima parte d’estate è stata caratterizzata dall’emergenza incendi – ha dichiarato il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – a questo si aggiunge la prolungata siccità per la quale proprio in questi giorni l’Osservatorio permanente sugli usi idrici ha stabilito per il Lazio una condizione di ‘severità idrica alta’. Una situazione difficile per nella quale è importante la collaborazione e il senso civico di tutti. Prestare attenzione è alla base della prevenzione. Anche una cicca di sigaretta non spenta del tutto può essere la miccia che può far innescare degli incendi e mettere a rischio persone, immobili, cose e il territorio in generale”.
Si ricorda che come ogni anno l’Amministrazione comunale di Cerveteri ha pubblicato l’ordinanza per la prevenzione agli incendi.
L’ordinanza, la n.29, è pubblicata sul sito www.comune.cerveteri.rm.it nella sezione Albo Pretorio Online. In caso di incendio i numeri utili da contattare sono quello della Sala Operativa Regionale, 803.555, il Numero unico di Emergenza, 112, la Protezione Civile di Cerveteri, 06.99.41.107 e la Polizia Locale, 06.99.42.586.
“Colgo l’occasione – conclude Pascucci – per ringraziare il Sindaco di Ladispoli Alessandro Grando, con il quale durante la serata e la notte di ieri siamo rimasti in continuo contatto telefonico al fine di fronteggiare al meglio l’emergenza in corso in quelle ore”.