M’ILLUMINO DI MENO: REGIONE LAZIO ADERISCE A CAMPAGNA

BUSCHINI: IMPORTANTE FORNIRE ESEMPI PER LA RAZIONALIZZAZIONE DEI CONSUMI

Anche quest’anno, tramite l’assessorato all’Ambiente, la Regione Lazio aderisce a M’illumino di meno, la più grande campagna radiofonica di sensibilizzazione sulla razionalizzazione dei consumi energetici giunta alla tredicesima edizione e ideata da Caterpillar, lo storico programma in onda da diciotto anni su Radio 2 RAI. Saranno coinvolti gli oltre 70 tra parchi, riserve e monumenti naturali del Lazio con campagne di sensibilizzazione rivolte ai propri dipendenti, oltre che ovviamente ai cittadini. Oltre agli spegnimenti simbolici di tutte le luci, i riscaldamenti, i pc e le stampanti degli uffici di tutte le aree protette del Lazio, quest’anno, raccogliendo l’input degli organizzatori della manifestazione, sono stati invitati tutti i dipendenti a compiere un gesto di condivisione contro lo spreco di risorse. E’ dimostrato, infatti, come la più grande dispersione energetica sia causata dallo spreco in tutti gli ambiti dei nostri consumi: alimentari, trasporti, comunicazione. Particolarmente interessante l’iniziativa della Riserva Naturale Regionale Nazzano Tevere-Farfa che, oltre alle buone pratiche per il risparmio energetico, ha impegnato i propri dipendenti in attività esterne di pulizia del parcheggio e delle aree verdi adiacenti alla Sede del Parco in località Meana e del tratto di Via Tiberina al km 31 dove purtroppo continuano atti d’inciviltà, degrado e vandalismo con l’abbandono di rifiuti lungo la strada e nel bosco. Come gesto di condivisione, i dipendenti si sono organizzati per raggiungere gli uffici facendosi dare un passaggio dai colleghi più vicini riducendo così notevolmente il numero di automobili utilizzate e avviando una buona pratica da proseguire in futuro.

“Fornire esempi concreti – ha spiegato l’Assessore all’Ambiente Mauro Buschini -, specie alle giovani generazioni, credo rappresenti una soluzione efficace per diffondere le buone pratiche ed acquisire la consapevolezza della fragilità del nostro pianeta, che va salvaguardato anche attraverso politiche che incentivino un cambiamento radicale dei nostri stili di vita. La razionalizzazione dei consumi energetici va sostenuta sempre e l’auspicio è che le buone pratiche per il risparmio diventino consuetudine anche nella quotidianità e nei piccoli gesti che compiamo ogni giorno”.