Monterano la rinascita del feudo… la città perduta rivive il Medioevo

canale monteranoNei due giorni di festa presso l’antico feudo di Monterano, immerso nella natura incontaminata dell’omonima Riserva Naturale Regionale, si tornerà indietro nel tempo per offrire e far rivivere le atmosfere e le tradizioni Medievali.

I visitatori entreranno dall’unico accesso a ridosso degli Archi dell’Antico Acquedotto, dove sarà chiesto un piccolo obolo e, da qui, potranno passeggiare nelle vie del Borgo, animato dagli incontri con gli antichi giochi, i duelli in costume, i musici, gli sbandieratori, i cavalieri, gli artigiani, il mercato, le osterie e tanto altro.
Fino a sera le Giornate Medioevali proporranno lungo le vie, nelle piazzette, nelle piccole terrazze, nelle case e nelle cantine, gli antichi usi e i costumi del borgo, le esibizioni e gli spettacoli, il mercato e gli artigiani al lavoro. L’incontro con la vita e i mestieri di una volta sarà impreziosito dal percorso dedicato al
“conforto de li voti stomaci et de le gole arse”.
Nei punti più suggestivi del borgo ci sarà l’occasione di gustare piatti tipici e dolci tradizionali. Le bevande: con i vini delle Hostarie sempre pronte ad accogliere le anime perse e quelli “senza fondo” e la birreria dei Frati che accompagneranno le pietanze e le grigliate all’antica che potrete degustare nella Taverna;
E ripagata sarà l’attesa, nel pomeriggio di Domenica, per tutti coloro che vorranno assistere ai giochi che vedranno in campo i quattro Casati di Monterano “S. Rocco” “S. Maria” “Porta Pradella” “Porta S. Bonaventura” che, sul pianoro di Monterano, anticipato dal Corteo della Nobile Famiglia e della sua Corte, si contenderanno il “Cencio” scontrandosi nelle “Antiche Ruzze” (giochi popolari) compresa la “Corsa del Bigonzo”