“Progetto Pace o Guerra”: dal 3 al 9 giugno ad Anguillara mostra documentaria “Autobiografia di un paese in guerra”

Alla biblioteca comunale “Angela Zucconi” una memoria salvata per non dimenticare

Per il Progetto Pace o Guerra: Il 1914 I Dilemmi del Novecento due nuovi importanti incontri di approfondimento ad Anguillara a chiusura dell’intera manifestazione. Le iniziative messe a punto dal Comune di Anguillara, dalla biblioteca comunale “Angela Zucconi” e dall’Associazione Arca sul Lago fanno leva in particolare sulla documentazione d’archivio mettendo a frutto un intenso lavoro di ricerca.

Il progetto “Pace o Guerra: Il 1914 I Dilemmi del Novecento”, finanziato dalla Regione Lazio ai sensi della legge n. 6 del 7 agosto 2013, coinvolge oltre al Comune di Anguillara, anche i Comuni di Bracciano (Comune capofila), Campagnano Romano, Cerveteri, Formello, Mazzano Romano, Oriolo Romano, Tolfa assieme alla Soprintendenza Archivistica del Lazio, l’Istituto Luce e l’Istituto Storico per il Risorgimento.

La manifestazione “Autobiografia di un paese in guerra – una memoria salvata da non dimenticare” mutuando il titolo di un libro cardine per la storia locale qual è stato “Autobiografia di un paese” scritto dalla compianta Angela Zucconi promuove un ricordo della Grande Guerra e dei caduti anguillarini sul fronte attraverso i documenti d’archivio. Si apre così il 3 giugno alle 11 presso la biblioteca in largo dello Zodiaco 21 di Anguillara la mostra documentaria che resterà aperta fino al 9 giugno. All’incontro di presentazione partecipano il sindaco di Anguillara Sabrina Anselmo, l’assessore alla Cultura di Anguillara Viviana Normando, il presidente dell’Associazione Arca sul Lago Franco Chiavari, Lucia Buonadonna, archivista dell’Associazione Arca sul Lago e Guido Coglitore dell’Associazione Nazionale del Fante.

“Un evento molto atteso – commenta l’assessore Normando – che sottolinea ancora di più l’importanza dell’archivio storico di Anguillara, con documenti inediti dal valore storico nazionale ed internazionale incommensurabile. E’ una risorsa di tutti, per non dimenticare la nostra identità comunitaria, che permette di riscoprire vicende che possono essere di esempio per tutti, in particolare per le nuove generazioni. Il patrimonio archivistico, oggi è sito nell’istituto scolastico di Anguillara Ignazio Vian e Luca Paciolo è costantemente monitorato, in particolare per la definizione della sua collocazione, dagli Uffici Comunali, dall’Assessorato dal Sovrintendente per i Beni Archivistici e Bibliotecari del Lazio dott. Mauro Tosti Croce. Ricordiamo che l’Archivio Storico di Anguillara è un patrimonio inestimabile che consta di 1.500 volumi, che vanno dal XVI secolo al 1964”.

“La ricerca – commenta sulla mostra Chiavari dell’Associazione Arca sul lago – ha permesso di portare alla luce molta documentazione ancora inesplorata sui soldati caduti di Anguillara durante la guerra e, attraverso il loro sacrificio, esorta una riflessione sul valore della vita”.

Un nuovo appuntamento, nell’ambito del progetto ad Anguillara, con “La vita in trincea e la memoria” è fissato per venerdì 9 giugno alle 10.30 con la proiezione di foto storiche sulla “guerra bianca” a cura del professor Coglitore nel corso della quale verranno illustrati i luoghi, i sentieri, i camminamenti, dove hanno combattuto i caduti anguillarini.

Gli intervenuti riceveranno il catalogo della mostra che verrà distribuita dall’Associazione Arca sul Lago.

Ad Anguillara il Progetto Pace o Guerra ha visto anche la realizzazione della mostra “Uomini…donne…e…bambini…in guerra”  a cura de Il Dagherrotipo che si è tenuta dal 7 al 21 maggio 2016 alla biblioteca comunale, il concerto “Inni e marce della Grande Guerra” del Gruppo Folkloristico di Anguillara diretto dal maestro Enrico Scatolini il 25 aprile 2016 in piazza del Comune e le lezioni, a cura di Luce per la Didattica al liceo Vian, tra febbraio e aprile 2016, con la proiezione dei film “Il Piave mormorò” e “Eroi del mare nostro”.

L’Associazione “Arca sul lago” nasce a ottobre 2012 con lo scopo principale di tutelare, conservare e trasmettere il patrimonio contenuto nell’Archivio Storico del Comune di Anguillara Sabazia, la cui documentazione è risultata seriamente danneggiata dal nubifragio di ottobre 2011. Attualmente l’Associazione ha raggiunto l’importante obiettivo di assicurare la conservazione dell’Archivio che è stato in parte “ricondizionato” in cartelle e faldoni nuovi, opportunamente etichettati per una più facile identificazione con un apposito QR code posto sul dorso del faldone contenente la descrizione del contenuto delle diverse unità archivistiche in esso conservate.